Percorsi autentici, storie dei Borghi, tipicità culinarie di qualità e comunità turistiche sempre più attive e convinte a mettere alla luce un territorio ricco di testimonianze rilevanti ancora poco conosciute. È la Calabria, quel pezzo di stivale italiano che sorprende ogni anno numerosi turisti sostenibili e consapevoli grazie al grande impegno di attori pubblici e privati.

Più di 700 chilometri di coste singolari dalle acque cristalline, montagne di grandissimo interesse come il massiccio della Sila, dell’Aspromonte, del Pollino e quel 80% di colline ricche di vigneti, agrumeti, uliveti e campi coltivati. La grande fortuna di una industrializzazione mai avvenuta completamente, che ha dato ancora più valore a quei Borghi rimasti intatti e a quelle aree verdi dove la quasi assenza d’impatto ambientale ha consentito di costruire attività del tutto autentiche. Tutto a favore del turismo, fulcro dell’economia calabrese, e delle buone pratiche sostenibili.

Un punto cruciale, questo della sostenibilità, che riguarda un po’ tutti i paesi. Non a caso l’ONU ha dichiarato il 2017 l’anno internazionale del turismo sostenibile: un invito a sostenere l’ambiente e le economie. Qual è il senso di tutto questo? Sicuramente un’esperienza di viaggio che sia nel rispetto del posto che ci ospita, tenendo in considerazione le sue peculiarità, così da favorire la crescita economica, sociale e ambientale.

Da questa visione di turismo sostenibile partiranno le nuove proposte GreenCamp che proporremo per la nuova stagione turistica 2017: un ampliamento delle attività proposte in passato e una nuova cultura dell’accoglienza basata sempre più sulla vera visione delle risorse e sul rispetto di esse, così che il soggiorno possa diventare un’esperienza consapevole con l’obiettivo di educare nuove e vecchie generazioni con l’auspicio di una replicabilità futura. L’invito è quello di visitare la nostra nuova offerta che a breve sarà presente sul nostro portale thegreenhub.it, e scegliere un’esperienza di elevata qualità. Continueremo dunque a seguire la strada del turismo sostenibile, proponendo nuovi percorsi di consapevolezza valorizzando le ricchezze naturali e culturali.