È giunto al termine l’iter formativo sull’agrobiodiversità che quest’anno ha coinvolto i bambini delle scuole primarie di Fuscaldo (CS), un percorso educativo che ha voluto diffondere nei piccoli alunni la conoscenza basilare dell’attività agricola, coinvolgendo ospiti (nonni e genitori) nella realizzazione di un “prodotto” tipico e in attività rurali creative. Il progetto “BioGulìo, salvaguardiamo l’agrobiodiversità”, è stato promosso dalla Cooperativa Sociale Il Segno e dall’Associazione di Volontariato Go’el (entrambe con sede a Scarcelli di Fuscaldo) nell’ambito delle attività del progetto Green Hub.

Il primo step di BioGulìo (partito a novembre 2016) ha interessato i bambini sotto l’aspetto teorico, aiutandoli a comprendere le diverse tecniche agricole, il legame tra agricoltura e biodiversità, il significato delle parole incontrate. Nella seconda parte del progetto un’azione pratica, con la creazione di un piccolo orto in ogni plesso scolastico della città, la cura di questo osservandone l’evoluzione attraverso la costruzione di una mini serra, la realizzazione di uno spaventapasseri e le etichette delle sementi. Di fondamentale importanza la scoperta delle buone pratiche del territorio attraverso il confronto intergenerazionale, con la partecipazione fattiva dei nonni e i genitori dei bambini.

18739879_1838245333164142_7490553419418008427_n

“Il progetto tocca una tematica molto importante per la crescita dei nostri ragazzi, una crescita non solo cognitiva ma anche formativa. Quando arriva qualche associazione nella scuola che gode di credibilità perché lavora in maniera seria sul territorio e quando i temi sono sentiti perché sono temi di cittadinanza, di formazione del cittadino, i docenti sono ben lieti di accogliere il loro progetto. Nell’Associazione Go’el lavorano persone preparate e competenti che hanno saputo porgere le attività a misura di bambino. Molti docenti hanno avuto modo di riprendere argomenti affrontati però con un taglio diverso, e il fatto di averli approfonditi con un taglio più operativo ha dato modo ai bambini di consolidare meglio quello che già sapevano e di arricchirlo con ciò che non sapevano.”

Queste le parole della Preside dell’istituto Comprensivo di Fuscaldo Licia Marozzo (intervistata al termine della prima parte di BioGulìo), che fin da subito ha sostenuto le attività del progetto leggendo in queste un’opportunità per avvicinare i bambini alla concretezza nonché ad una reale ed importante risorsa territoriale.

18835515_1838244706497538_6310417736485549643_n

Il 27 maggio, l’Associazione Go’el, la Coop. Il Segno e Green Hub, vogliono salutare i bambini e i genitori con un evento conclusivo del percorso didattico. Dalle 9:00 alle 12:00 verranno allestiti, presso la sede dell’Associazione in via Alfonso Gravina a Scarcelli di Fuscaldo, una serie di stand laboratoriali con attività creative rurali, una dimostrazione di apicoltura e lo scambio delle sementi. Inoltre ai bambini verrà consegnata la spilletta di custode dei semi come ricordo di questa bella esperienza. Ospiti dell’evento Maurizio Agostino dell’Associazione Agricoltura Calabria che interverrà insieme al Sindaco Arch. Gianfranco Ramundo, la Preside Licia Marozzo, Suor Tiziana Masnada socia della Coop. Il Segno, la Presidente dell’Associazione Go’el Giuliana Scofano.

biog